lentino contafili
Immobile Italbond
dopo la stampa, noi
il mestiere di nobilitare
LA NOVITÀ HA PER NOI UN FASCINO<br/>AL QUALE DIFFICILMENTE POSSIAMO RESISTERE
storia
Nati nel 1975, siamo stati tra i pionieri della plastificazione in Italia, primi in assoluto nel 1988 in quella a bobina. Ben presto abbiamo capito che la plastificazione non aveva solo una funzione protettiva, ma anche estetica, e si è cominciato a parlare di Nobilitazione.
Le scelte imprenditoriali successive sono state volte all’acquisizione di tutte le tecnologie necessarie a fornire la più ampia gamma possibile di finiture allo stampato.
Tra il 1990 ed il 2010 abbiamo introdotto la verniciatura UV, la serigrafia, la stampa a caldo ed il rilievo, tecniche con le quali eseguiamo una grande varietà di Nobilitazioni.
Nel 2012 abbiamo aumentato la capacità produttiva dei nostri reparti, acquisendo macchinari con formati superiori. Ci siamo anche dotati di un plotter UV per poter fare piccole e pre-tirature, e di un plotter da taglio, per fornire anche un servizio di progettazione, prototipi e mock-up.
Oggi Italbond, sotto la gestione di Fausto Vicinanza, seconda generazione di titolari, raccoglie i frutti dell’ esperienza, della dedizione e della passione di tutti questi anni, consolidandosi come fornitore di Nobilitazione di qualità.

Lavorazioni
plastificazione a bobina
Come per quella a foglio la plastificazione in bobina è l’accoppiatura a carta o cartone di un film plastico, che può essere trasparente lucido ed opaco, colorato, metallizzato oro e argento, olografico.
Il nostro impianto a bobina è tra i primi in Europa per formato e produttività, viene utilizzato per accoppiare il film con bobine di carta e cartoncino per le cartiere o per clienti che trattino grosse quantità di materiale accoppiato. Lavora con adesivi a base acqua e dà la possibilità di tagliare in fogli oppure di riavvolgere il materiale accoppiato per consegnarlo in bobina. Anche per questo tipo di accoppiatura siamo certificati per l’impiego in realizzazione di imballi alimentari.
plastificazione a bobina 1
plastificazione a bobina 2
plastificazione a bobina 3
plastificazione a bobina 4
Plastificazione
È l’accoppiatura della carta stampata con un film plastico che ne modifica la superficie. Ha una duplice funzione: protettiva perché preserva dall’umidità, dallo sporco, dallo strappo, con certi film anche dal graffio; estetica, perché dà allo stampato una finitura lucida, opaca, goffrata, gommosa e altri effetti a richiesta. Spesso fa da base ad altre Nobilitazioni, come la plastificazione opaca con successiva serigrafia lucida a registro e come la plastificazione metallizzata argento o olografico con successiva sovrastampa offset UV che assume i riflessi metallici del fondo, effetto molto utilizzato per il packaging di lusso.
Offriamo due tipi di plastificazione, all’acqua e dry e siamo certificati per l’impiego in realizzazione di imballi alimentari.
Plastificazione, laminazione
bobine plastificazione
plastificazione argento metallizzato
Verniciatura UV
E’ il procedimento con cui si vernicia, lucido o opaco, un foglio stampato. La funzione estetica di lucidatura è garantita dal fatto che con questa tecnica si riesce a spalmare una notevole quantità di vernice e che le vernici UV danno una elevata brillantezza.
La funzione protettiva della verniciatura è più limitata nel tempo e nella qualità rispetto ad una plastificazione, e questo giustifica il prezzo più contenuto di questa finitura, molto utilizzata ad esempio per copertine di riviste, packaging per la GDO, cartoline.
Una particolare applicazione della verniciatura offset è il Drip-off, un effetto tipo goffratura a zona ottenuto con l’uso di vernici di diversa natura chimica che respingendosi fra loro creano contrasto lucido-opaco.

verniciatura UV 1
verniciatura UV 2
verniciatura UV 3
Serigrafia
È la tecnica di stampa più versatile e creativa, permette di usa una gamma di vernici e inchiostri davvero ampia: la vernice lucida o opaca, le polveri perlescenti, il glitter, i profumi microincapsulati, gli inchiostri termosensibili, fosforescenti, il gratta e vinci, vernici che creano spessore o goffrature e molto altro.
Anche i supporti che la serigrafia consente di lavorare la rendono molto preziosa. Ad esempio tutte le carte speciali non patinate, di colore scuro, i tessuti da legatoria, che la offset ha difficoltà a stampare e che sono invece perfettamente stampabili in serigrafia, grazie all’alta coprenza degli inchiostri e alla maggiore quantità rilasciabile dal telaio. Atrettanto vale per i supporti plastici, come polipropilene, PVC, pellame sintetico, anche di alto spessore.

Scheda tecnica
macchina serigrafica
glitter argento
telai serigrafici
stampa a caldo
È la tecnica che più immediatamente evoca l’idea di Nobilitazione, ha le sue origini nell’applicazione manuale di una foglia d’oro a scopo decorativo. È una finitura che non perde mai il suo valore aggiunto, perché ha seguito l’evolversi delle richieste del mercato grafico e oggi offre nuovi colori metallici e pastello e una ampia gamma di disegni olografici.
Il procedimento di stampa avviene tramite un clichè, una matrice di magnesio, ottone, rame o altri metalli con l’immagine da imprimere, tramite il quale si trasferisce il metallo a caldo sulla carta. Differenziando l’incisione del clichè si possono creare delle trame che danno un effetto di movimento e di profondità ai colori metallici trasferiti, utili anche come metodo anticontraffazione.

Scheda Tecnica
termo1
foil
Rilievo
Nell’era del 3D non sorprende che Il rilievo sia una Nobilitazione in crescita. Anche le tecniche di rilievo sono sempre più sofisticate, con un file da stampa studiato ad hoc ed una carta abbastanza morbida ed elastica da deformarsi senza rompersi si ottengono spessori davvero sorprendenti. Ci sono varie “intensità” di rilievo: semplice, adatto per le tratti lineari, artistico, che mette in risalto diversi livelli di spessore, bombato che arrotonda le forme.
Di solito è l’ultima Nobilitazione in ordine di esecuzione, dopo la stampa a caldo metallica o la serigrafia lucida, perché ne amplifica l’effetto, ma spesso viene fatto semplicemente sul fondo colorato di carte speciali, un effetto tono su tono molto raffinato che lascia intatto il fascino della carta.

Scheda tecnica
letterpress
clichè
prototipi
L’esperienza ci ha insegnato che i nostri migliori lavori sono stati frutto della collaborazione col nostro cliente già nella fase di progettazione, mettere a disposizione tutto il nostro know how fa parte del servizio che vogliamo dare.
Quindi abbiamo allestito un laboratorio digitale per fare prototipi, utile per evitare perdite di tempo, errori e risultati insoddisfacenti.
Con un plotter UV, un plotter a solvente e un plotter da taglio possiamo fare uno studio preliminare del prodotto, verificarne la fattibilità e la riuscita e apportare le modifiche necessarie prima di passare alla produzione.Come supporto a serigrafia e offset offriamo anche piccole tirature in digitale UV su materiali plastici e carte speciali.

Scheda tecnica
prototipi
plotter da taglio Zund
Galleria
chi siamo
Patrizia Di Antonio
Patrizia Di Antonio
Segreteria Commerciale
Gian Pietro Magli
Gian Pietro Magli
Direttore di Produzione
Salvatore Migale
Salvatore Migale
Customer Service
Claudio Monti
Claudio Monti
Customer Service
Fausto Vicinanza
Fausto Vicinanza
Amministratore Delegato
Alessandro Di Vittorio
Alessandro Di Vittorio
Responsabile Termoimpressione
Tiziana Galasso
Tiziana Galasso
Responsabile Amministrativa
Monica Annesini
Monica Annesini
Responsabile Marketing
Alessandro Vicinanza
Alessandro Vicinanza
Customer Care Bobina
News
Fedrigoni e il "50x70" digitale
Fedrigoni_Italbond_1
Fedrigoni_Italbond_2
Fedrigoni_Italbond_3
Fedrigoni_Italbond_4
Fedrigoni_Italbond_5
Fedrigoni_Italbond_6
Fedrigoni_Italbond_7
Il Visual Book “Dangerous Places?” di Fedrigoni dedicato alla stampa digitale HP Indigo è stato presentato in un evento a Milano. Racconta di un gallerista d’arte che deve stampare il materiale per organizzare una mostra: biglietti d’invito, adesivi, inserti e poster, tutti personalizzati e numerati, ed evidenzia la forza  e la perfetta resa cromatica delle diverse carte stampate con la tecnologia HP Indigo. L’introduzione nel campionario Fedrigoni del nuovo formato 52x72 è un segno dei tempi, ci parla della trasformazione sia tecnologica che culturale che il mondo della stampa sta attraversando, delle straordinarie possibilità che si aprono al digitale avendo a disposizione carte così preziose e così varie. Per quanto ci riguarda l’introduzione di carte sempre più ricercate fa sì che anche i lavori stampati in digitale offrano una qualità più alta e possano ambire ad un mercato haut de gamme che spesso richiede l’uso delle nostre nobilitazioni, come oro a caldo, serigrafia e rilievi.
Fespa, Londra 2013
Wellcome Fespa
Quadri
Calpestabile
Albero
Pouff stampa digitale
cucina
sgabelli
Pannello ispirativo
bus
T shirt
pouff
vespa
eroi
Siamo andati a visitare la fiera della serigrafia e della stampa digitale, per vedere novità e tendenze. L’impressione è che la serigrafia, che è un metodo di stampa antichissimo e dalle caratteristiche artigianali, conservi la sua straordinaria versatilità nella quantità di supporti e inchiostri che può utilizzare; e che la stampa digitale abbia conquistato il suo posto nel mondo della personalizzazione. La vera rivoluzione che sta avvenendo è che ogni angolo dei nostri spazi quotidiani è stampato, customizzato; guardate le foto e vedrete divani, auto, quadri, pavimenti, mobili, tutto stampato in digitale o serigrafia, due tecniche di stampa che vanno a braccetto compensandosi l’un l’altra.
La nuova immagine Italbond
nuovo logo Italbond
logo vecchio
“La novità ha un fascino al quale difficilmente possiamo resistere”, una frase di William Makepeace Thackeray che ha sintetizzato la nostra voglia di cambiamento e che abbiamo inserito nella nostra ADV. Cambiare il logo, che rappresenta l’identità di un’azienda, potrebbe sembrare un gesto di discontinuità, invece vuole trasmettere la grande volontà di continuare e di farlo con delle novità, sia nell’immagine che nei contenuti. Il carattere del nuovo marchio è solido, compatto, ben ancorato a terra, descrive una azienda affidabile, cultrice della qualità e della precisione, ma anche molto vitale, come la vivacità del colore rosso; la piccola bandiera italiana ci ricorda che possiamo fare della nostra attività una delle numerose eccellenze italiane.
Rassegna stampa
dove siamo
Italbond Srl
Sede legale e produttiva:
via Magellano 11 | Cesano Boscone Mi

T. 02 45 84 543 F. 02 45 82 267
info@italbond.com

________________________________
P IVA 02229010158